Come smettere di preoccuparsi per il futuro

Come smettere di preoccuparsi per il futuro


Preoccuparsi può essere di aiuto per prepararsi a sfide e problemi che il futuro ci riserva, ma molto spesso semplici preoccupazioni diventano pericolosamente simili ad ossessioni.
Quando abbiamo un problema tendiamo a cercare una soluzione, analizzandolo accuratamente o cercando di eliminarlo.
Queste modalità non fanno che peggiorare la situazione.


 

Come smettere di preoccuparsi per il futuro

 

smettere preoccuparsi futuro

 

Preoccuparsi in modo eccessivo assume la forma di una trappola mentale, un circolo vizioso di pensieri che blocca la persona, sprofondandola in sentimenti negativi da cui è difficile trovare una via d’uscita.
Il miglior modo per liberarsi dalle trappole mentali è cambiare prospettiva: modificare lo scenario interiore, invece di attendere che le circostanze esterne migliorino.

 

Ecco come fare per guardare la vita da altri punti di vista e smettere di preoccuparsi.

 

1) Essere flessibili

Fare sempre le cose in modo automatico, riproporre modalità di pensieri e azioni che non hanno funzionato, insistere su obiettivi che è meglio accantonare: tutto ciò fa perdere tempo ed energie.
Ogni nuova situazione andrebbe affrontata con un atteggiamento creativo e flessibile: in questo modo, ciò che facciamo acquisisce valore.

 

2) Valorizzare le sensazioni

Il pensiero è completamente immerso in se stesso e spesso impedisce di cogliere quello che accade intorno. Iniziamo a dare importanza alla percezione, ovvero a come sperimentiamo il mondo attraverso i sensi. Impareremo ad entrare in contatto con il corpo, lo sentiremo vivo e sveglio. Il mondo ci sembrerà nuovamente un luogo curioso e ricco di stimoli.

 

3) Accettare

Siamo abituati a giudicare le cose come giuste o sbagliate, a lamentarci e a ricercare la perfezione.
Ecco perché siamo infelici. Se osserviamo il mondo senza pregiudizi e aspettative, accettiamo quello che non possiamo cambiare, di conseguenza il nostro atteggiamento si modifica.

 

4) Considerare i pensieri per quello che sono

I pensieri sono solo eventi mentali. Se ci identifichiamo con essi, finiamo per credere a tutto quello che ci diciamo, con ripercussioni negative sul nostro equilibrio.
Tu non sei i tuoi pensiei, i tuoi pensieri non sono la realtà.
È utile usarli a nostro vantaggio, ma non dobbiamo permettere di farci dominare da essi.

 

 

 

Come smettere di preoccuparsi per il futuro

 

5) Affrontare

Evitare un problema non significa superarlo, ma solo nasconderlo: in breve tempo riemergerà più forte di prima.
Avere un atteggiamento gentile e comprensivo verso noi stessi e ciò che proviamo, ci permette di conoscere le nostre emozioni; lasciandole libere di manifestarsi, si attenueranno in modo autonomo.

 

6) Focalizzarsi sul presente

Quando siamo sotto stress ci concentriamo sui ricordi negativi del passato e sulle preoccupazioni per il futuro. La mente si immerge completamente in due tempi che non sono presenti, comportandosi come se lo fossero.
Allenare la mente a focalizzarsi sul “qui e ora”, permette di occuparsi della vita nel momento in cui si manifesta, senza disperdere energie.

 

7) Coltivare il benessere

Avere progetti è importante, ma non dobbiamo dimenticarci tutto il resto. Dedicarsi solo al lavoro inaridisce, con serie conseguenze sul benessere psicofisico.
Trova un momento nella giornata per coltivare le tue passioni, per divertirti, rilassarti e impiegare il tempo in attività che nutrono la tua anima e ti rendono felice.


 

Conosci altre modalità per smettere di preoccuparsi eccessivamente?
Scrivile in un commento!

The following two tabs change content below.

Dott.ssa Claudia Casalboni

Psicologa libera professionista a Contattami
Mi occupo della promozione del benessere psicologico e di percorsi di crescita personale. Offro sostegno psicologico online per aiutare le persone ad affrontare problemi e disagi. Utilizzo tecniche di arteterapia (scrittura, teatro, pittura, fotografia), meditazione e rilassamento.

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright © 2017 - A cura della Dott.ssa Claudia Casalboni, Albo Psicologi Emilia Romagna, n° 8141/ sez. A - Tutti i diritti riservati. claudiacasalboni.psicologa@gmail.com