La scrittura espressiva come strumento di auto-aiuto - Psicologia del Cambiamento

La scrittura espressiva come strumento di auto-aiuto


La scrittura è uno strumento di auto-aiuto, grazie al quale la persona può riflettere, scoprire il suo vero essere e la strada che vuole intraprendere. Per fare questo, deve imparare a conoscersi e ad accettarsi, con tutti i suoi pregi e i suoi limiti.
Carl G. Jung affermava che il fine dell’essere umano è realizzare se stesso, mediante il superamento e l’integrazione delle parti “ombra” della personalità (conflitti, paure, dipendenze, condizionamenti sociali…).
Un percorso costellato di sfide, in cui ognuno di noi è chiamato a scoprire le proprie capacità e la forza per diventare padrone della propria vita.


 

La scrittura espressiva come strumento di auto-aiuto

 

scrittura espressiva aiuto

 

Scrivere è un’abilità che impariamo a padroneggiare fin da piccoli, anche se è raro che venga insegnato come utilizzarla per noi stessi, come mezzo di conforto, comprensione, ascolto.
Alcune persone sentono l’esigenza di affidare i propri pensieri a un diario trovando, in questo confidente silenzioso, un valido aiuto. Tuttavia questa attività, che funge da vero e proprio strumento di cura, spesso viene accantonata per paura di un confronto con se stessi, per mancanza di tempo o per la credenza di non riuscire a scrivere in modo adeguato.
In ogni momento della vita si può ricreare questo spazio sacro e usufruire autonomamente dei benefici psicologici derivanti dalla scrittura e dalla rilettura di sé. Bisogna solo riabituarsi a farlo e sono diversi gli esercizi e le tecniche che possono facilitare il colloquio con se stessi.

 

Qual è la funzione della scrittura espressiva?

Per auto-realizzarsi, l’individuo deve imparare a conoscere e a utilizzare le risorse e gli ostacoli in modo creativo.
Scrivere aiuta a comunicare con il proprio mondo interiore, concedendo la possibilità di esprimersi e di ampliare la conoscenza di sé.
Quello che crei è tuo, nasce da te, ti rende indipendente e forte delle ricchezze che già possiedi. Ti aiuta a guardare da più prospettive e a trovare soluzioni del tutto personali alle difficoltà della vita.

 

Perché scrivere è diverso da parlare?

Quando parliamo i nostri pensieri vengono filtrati dai meccanismi di controllo della coscienza, in cui l’emisfero più coinvolto è quello sinistro, che governa il linguaggio verbale.
Scrivere è invece un’attività creativa, che implica l’utilizzo dell’emisfero destro e stimola la produzione di metafore, simboli dai significati profondi, che fanno parte del mondo inconscio e sfuggono alla comprensione logica.
Il prodotto della scrittura ci permette di entrare in contatto con gli aspetti meno consapevoli di noi stessi; grazie a un lavoro di riflessione e introspezione, si possono comprendere messaggi prima sconosciuti ma assolutamente veritieri, poiché non sottoposti alla censura razionale, in modo simile a ciò che succede nei sogni o in altre forme d’arte.

 

Il laboratorio di scrittura espressiva

Scrivere in gruppo crea uno spazio di confronto e libera espressione, in cui sviluppare ascolto, rispetto ed empatia.
Non ci sono regole prestabilite, se non quella di abbandonare il controllo e lasciare fluire la scrittura senza preoccuparsi della forma, perché nulla è giudicato giusto o sbagliato.
Scrivendo possiamo accedere alla nostra parte più intima, un tesoro che grazie alle metafore e alla creatività possiamo portare alla luce.
Ognuno di noi ha dentro un mondo ricchissimo, solo che non siamo abituati a descriverlo; la scrittura espressiva ci accompagna passo dopo passo a scoprire la nostra unicità, ci insegna a dialogare con la nostra anima e a trovare in noi stessi le risposte.
Nei laboratori de “La scrittura che cura”, la condivisione nel contesto protetto del gruppo e la presenza delle psicologhe, aiutano a stimolare la comprensione, ad ascoltarsi e ad essere ascoltati. Il risultato è una sensazione di libertà e autenticità.
In alternativa, si può scegliere di affrontare un percorso di scrittura espressiva personalizzato, mediante la guida e il sostegno psicologico individuale.
Ogni “esercizio” proposto ha uno scopo specifico, è legato a un tema e a un obiettivo: scrittura di lettere, narrazione autobiografica di esperienze, creazione di storie e personaggi come metafore delle dinamiche comportamentali e relazionali, espressione di emozioni e pensieri.
La maggiore consapevolezza di sé è fondamentale per acquisire più forza, determinazione e chiarezza nelle proprie scelte e dona sicurezza a chi, solitamente, viene dominato dalla paura e dalle incertezze.

 

Scrivere ci consente di leggerci dentro, di metterci in ascolto di noi stessi.
La metafora offre uno scorcio di chi siamo e del nostro passato…delle forze, impulsi e desideri che ci animano, delle nostre battaglie interiori.

Dott.ssa Claudia Casalboni

 

 

Lascia un commento!

The following two tabs change content below.

Dott.ssa Claudia Casalboni

Psicologa libera professionista a Arbor Vitae Rimini
Mi occupo della promozione del benessere psicologico e di percorsi di crescita personale. Utilizzo strumenti di arteterapia, in particolare la scrittura e il teatro. Colloqui individuali di sostegno psicologico, laboratori di gruppo di scrittura espressiva e teatro interiore a Rimini.

Copyright © 2018 - A cura della Dott.ssa Claudia Casalboni, Albo Psicologi Emilia Romagna, n° 8141/ sez. A - Tutti i diritti riservati.