Scopri come farsi valere e vincere la paura del rifiuto

Scopri come farsi valere e vincere la paura del rifiuto


Molte persone sono convinte che il segreto per assicurarsi rapporti stabili, duraturi e senza problemi, sia evitare i conflitti.
Quella che potrebbe essere una strategia di sopravvivenza in alcuni casi, in molti altri significa sacrificare le proprie idee e i propri bisogni in nome di una pace solo apparente.
Inoltre, la paura del rifiuto può ostacolare la libera espressione di pensieri ed emozioni.
Come superarla?


 

Scopri come farsi valere e vincere la paura del rifiuto

 

farsi valere vincere paura rifiuto

 

“Mentre cerchi di accontentare gli altri in nome di un’illusoria armonia, ti accorgi di non sapere più ciò che vuoi veramente.
È lì che nasce la nostalgia di te stesso, l’amarezza per esserti perso.”

 

  • Ti senti a disagio ad avanzare una richiesta, mentre se viene fatta a te non riesci a rifiutare (anche se vorresti)?
  • Cerchi spesso scuse per aggirare un impegno che non ti senti di affrontare o lo esegui malvolentieri?
  • Quando qualcuno ti fa arrabbiare reprimi la tua rabbia o la sfoghi lamentandoti con altre persone, senza coinvolgere la diretta interessata?
  • Provi uno strano senso di colpa al pensiero di far valere la tua posizione o quando vorresti mettere le tue esigenze al primo posto?

 

Pensiamo a lungo termine: evitare un potenziale litigio potrà anche preservare l’armonia presente, ma poi…che ne sarà di te?
Cerchi non scontentare nessuno, ma non ti rendi conto che non potrai mai accontentare tutti.
Sei stanco, svogliato, hai avuto una giornata pesante o semplicemente ti va di dedicare del tempo alla tua passione, ma non puoi perché hai promesso a Francesco che lo avresti accompagnato alla partita (di cui, sinceramente, non ti interessa nulla) o perché non hai avuto il coraggio rifiutare l’invito di Giovanni a cena (con cui sai che ti annoierai a morte)…gli esempi sono illimitati.

 

Vivere in funzione delle aspettative degli altri, risponde ad uno dei bisogni sociali fondamentali per essere umano: quello di essere accettato.
Chi soffre di scarsa fiducia in sé è purtroppo il primo a cadere nella trappola.
Essere sempre compiacenti può farci apparire simpatici, disponibili, belle persone, ma può anche aprire la strada a pericolosi tentativi di manipolazione da parte degli altri.
E c’è di peggio: spesso ciò accade perché, abituati a soddisfare continuamente le richieste di qualcuno, non riusciamo più a distinguere i nostri personali desideri e finiamo per tormentarci di dubbi anche per compiere le scelte più piccole.
Non sappiamo più se facciamo qualcosa perché vogliamo o perché dobbiamo, secondo il nostro personale gusto o perché stiamo obbedendo ad un condizionamento.

 

 

Scopri come farsi valere e vincere la paura del rifiuto

 

Può essere difficile esprimere il proprio disaccordo, rifiutare una proposta, mantenere fermamente una decisione, perché potrebbero insorgere sentimenti alquanto spiacevoli, come sensi di colpa o paure.
Puoi provare ad intervenire sui tuoi pensieri: è attraverso essi che definisci il tuo valore, ciò che è giusto o sbagliato per te.

 

Prima di dire un sì impulsivo e poi pentirti, prenditi del tempo per interrogare te stesso:

  • cosa dovrei sacrificare per soddisfare questa richiesta? (tempo, denaro, riposo, altro)
  • mi interessa davvero?
  • se rifiuto, qual è la cosa peggiore che potrebbe succedere?

Ripeti a te stesso che:

  • hai il diritto di scegliere ciò che è meglio per te;
  • hai il diritto di metterti al primo posto;
  • hai il diritto di far sentire la tua voce quanto gli altri la propria;
  • non sei inferiore a nessuno ma nemmeno superiore, soltanto diverso;
  • la tua diversità non è una vergogna ma ciò che ti rende unico ed originale;
  • se non esprimi il tuo dissenso sarai vittima della volontà degli altri;
  • se smetterai di ascoltarti per un vano senso di dovere sociale, perderai la persona più importante: te stesso.

Non servono scusanti, le giustificazioni non sono necessarie e ti accorgerai che, spesso, gli altri non sono interessati alle tue motivazioni.
In ogni caso, è sempre meglio comunicare in modo chiaro la propria scelta e, nell’eventualità, spiegarne le reali ragioni.
Scoprirai che non è tutto come pensavi: nessuna catastrofe, nessun danno irreparabile, ma la fierezza di esserti fatto valere, di essere stato capace di difendere i tuoi limiti.

 

“Se conosci il tuo valore, perché mai dovresti preoccuparti dell’accettazione o del rifiuto degli altri?” (Osho)


The following two tabs change content below.

Dott.ssa Claudia Casalboni

Psicologa libera professionista a Contattami
Mi occupo della promozione del benessere psicologico e di percorsi di crescita personale. Offro sostegno psicologico online per aiutare le persone ad affrontare problemi e disagi. Utilizzo tecniche di arteterapia (scrittura, teatro, pittura, fotografia), meditazione e rilassamento.

1 Commento

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright © 2017 - A cura della Dott.ssa Claudia Casalboni, Albo Psicologi Emilia Romagna, n° 8141/ sez. A - Tutti i diritti riservati. claudiacasalboni.psicologa@gmail.com