I benefici della meditazione sul corpo e sulla psiche

I benefici della meditazione sul corpo e sulla psiche


Prima di esporre gli innumerevoli effetti benefici della meditazione, è bene sottolineare che non si tratta solo di una tecnica per il trattamento o per la prevenzione di disturbi: coltivare la spiritualità è importante per realizzare la propria naturale armonia e condurre una vita sana, equilibrata, soddisfacente, in cui sia possibile esprimere le proprie potenzialità e sperimentare rapporti piacevoli; la meditazione viene infatti utilizzata, secondo forme e modalità differenti, in ogni disciplina che aspira all’evoluzione umana.
Praticarla regolarmente può stimolare cambiamenti positivi nella mente e nel corpo.

In seguito verranno analizzati i principali benefici della meditazione sulla salute psicofisica.


 

I benefici della meditazione sul corpo e sulla psiche

 

benefici della meditazione fisico psiche

 

Ansia

Rilassamento, rallentamento delle funzioni fisiche e psichiche, insieme ad un profondo contatto con la propria interiorità, fanno della meditazione lo strumento ottimale per acquietare preoccupazioni e tensioni, consentendo alla persona un miglior controllo della propria vita e una maggior efficacia nelle attività quotidiane.


Stress

Lo stato di intenso rilassamento permette letteralmente all’organismo di “ricaricare le energie”, favorendo la gestione e lo smaltimento del carico di stress immagazzinato giornalmente; i sintomi psicosomatici (quali pressione alta, tachicardia, emicrania, respiro affannoso) si attenuano grazie all’abbassamento dei livelli di cortisolo, principale ormone implicato nella risposta da stress.


Umore

Stimolando la produzione di endorfine e serotonina (neurotrasmettitori del benessere), la meditazione può contribuire all’aumento e alla stabilizzazione del tono dell’umore, oltre che ad una maggiore resistenza alla fatica e al dolore.


Sonno

La diminuzione di ansia e stress può influire anche sulla qualità del sonno e sull’insonnia: le onde cerebrali prodotte durante il rilassamento profondo (onde alfa) sono analoghe a quelle che caratterizzano gli stati ipnagogici (ovvero di pre-sonno) e possono predisporre la persona all’addormentamento; inoltre, si riscontra un più intenso rilascio di melatonina, sostanza implicata nella regolazione del ciclo sonno-veglia.


Dipendenza da sostanze tossiche

Il consumo di sostanze psicotrope spesso nasconde il desiderio di contenere l’ansia e quello di sperimentare stati di coscienza alterati. La meditazione, provvedendo a entrambi gli effetti, può placare il bisogno di ricorrere a tali sostanze.
Meditare stimola, inoltre, la produzione di GABA, neurotrasmettitore la cui carenza può indurre il soggetto a sviluppare dipendenze.

 

 

 

 

I benefici della meditazione sul corpo e sulla psiche

 


Invecchiamento

Studi neurologici hanno dimostrato che il cervello di chi medita è meno sottoposto al deterioramento naturale dovuto all’invecchiamento: la diminuzione dello spessore della materia grigia appare più limitato e l’esercizio costante potrebbe esercitare un’azione protettiva nei confronti del declino patologico in demenze quali l’Alzheimer.


Sistema immunitario

L’azione preventiva della meditazione coinvolge anche il sistema immunitario: attraverso la regolazione del suo funzionamento, potenzia la protezione naturale dell’organismo e, insieme alla riduzione dei livelli di cortisolo, aumenta la resistenza nei confronti delle malattie.


Malattie

La malattia non è la semplice reazione del corpo fisico a una causa proveniente dall’esterno; è piuttosto un’informazione che indica la necessità di un cambiamento, il segnale di un disagio interiore che si esprime nel corpo e che porta con sé un significato simbolico da interpretare.
Grazie alla meditazione, diviene possibile accedere agli stati di coscienza più elevati ed entrare in contatto con se stessi, sviluppando una migliore comprensione delle comunicazioni metaforiche provenienti dall’inconscio e veicolate dal corpo.
La malattia ha una funzione evolutiva, per cui l’unico modo per superarla non è combatterla, ma comprenderla.


Dolore

Le stesse considerazioni sono valide nei confronti del dolore fisico.
Il dolore è un messaggio e come tale va compreso; trattarlo come un antagonista, compiendo sforzi per eliminarlo, si rivela controproducente.
La meditazione può aiutare a concentrare l’attenzione su di esso, con l’obiettivo di riconoscerlo e accoglierlo come parte di sé, favorendone così la naturale estinzione.


Altri effetti fisiologici

Durante l’attività meditativa si possono riscontrare modificazioni in diversi parametri fisiologici, che riguardano:

  • minor consumo di ossigeno
  • riduzione della frequenza del respiro e del ritmo cardiaco
  • diminuzione della pressione sanguigna
  • più efficace eliminazione dell’acido lattico nel sangue
  • reattività maggiore agli stimoli associata a un più rapido recupero dello stato di calma
  • miglioramento delle funzioni sensoriali e intellettive.


Effetti psichici

I benefici della meditazione sulla psiche non riguardano solo la riduzione o la regolazione di particolari sintomatologie.
Molteplici facoltà mentali possono risultare potenziate grazie allo sviluppo della consapevolezza (la capacità di vivere nel presente, senza preoccuparsi per il futuro o rimuginare sul passato), al profondo e intenso contatto con la propria dimensione più intima, allo stabilirsi di un clima di calma e di pace interiore.
Diversamente dal normale stato di veglia, durante la meditazione prevale l’attività dell’emisfero destro:

  • la creatività viene valorizzata
  • si moltiplicano le associazioni di idee
  • si intensificano l’intuizione, l’apertura percettiva a stimoli interni ed esterni, la chiarezza mentale
  • l’iniziativa e la realizzazione pratica di progetti sono più efficaci
  • concentrazione e memoria risultano potenziate.

Il senso di unità che si avverte nei confronti di se stessi e del mondo ha effetti positivi su:

  • auto-accettazione e autostima
  • consapevolezza dei propri bisogni
  • capacità decisionali
  • senso di auto-efficacia.

La persona ritrova la gioia di vivere ed è più disposta all’apertura verso gli altri e alla creazione di relazioni armoniose e soddisfacenti.

 


E tu, quali benefici della meditazione hai riscontrato a livello fisico e psichico? 

Dott.ssa Claudia Casalboni

 

The following two tabs change content below.

Dott.ssa Claudia Casalboni

Psicologa libera professionista a Contattami
Mi occupo della promozione del benessere psicologico e di percorsi di crescita personale. Offro sostegno psicologico online per aiutare le persone ad affrontare problemi e disagi. Utilizzo tecniche di arteterapia (scrittura, teatro, pittura, fotografia), meditazione e rilassamento.

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copyright © 2017 - A cura della Dott.ssa Claudia Casalboni, Albo Psicologi Emilia Romagna, n° 8141/ sez. A - Tutti i diritti riservati. claudiacasalboni.psicologa@gmail.com