Relazioni, amore Archivi - Psicologia del Cambiamento

Relazioni, amore


Negli articoli Sai difenderti dal manipolatori affettivi? e Manipolatori affettivi: tipologie e caratteristiche psicologiche abbiamo osservato il delicato gioco delle parti fra “vittima” e “carnefice” e i meccanismi perversi che guidano le relazioni fra i due attori.
Manipolare significa influenzare il comportamento di una persona, intenzionalmente o inconsapevolmente, mediante azioni o parole, che possono essere difficili da smascherare.


Continua a leggere

Perdonare fa bene alla salute: lo dimostrano evidenze scientifiche in continuo aggiornamento, nonostante la quantità di indagini disponibili in letteratura sia ancora modesta.
Realizzare il perdono dipende dalla capacità dell’essere umano di provare empatia; essere empatici comporta la facoltà di riconoscere l’altro come uguale a sé e non come un oggetto utile al raggiungimento dei propri fini o, peggio ancora, come un ostacolo da togliere di mezzo.
Ecco come il perdono può giovare alla salute di ognuno di noi.


Continua a leggere

La guida che segue ha l’obiettivo di approfondire la comprensione dei preziosi segnali del linguaggio non verbale che accompagnano le parole, per capire meglio gli altri ed ottenere una maggiore consapevolezza della propria comunicazione, allo scopo di gestirla in modo più efficace.
Vediamo quali sono i principi e gli elementi fondamentali per una lettura accurata del linguaggio del corpo.


Continua a leggere

Nell’articolo Dipendenza affettiva: l’altra faccia della manipolazione  abbiamo parlato di una patologia caratterizzata dall’impossibilità della persona dipendente di vivere al di fuori di una relazione, che viene preferita alla terrorizzante alternativa della solitudine, anche a discapito della propria serenità.

L’amore è una droga nel momento in cui viene vissuto come condizione indispensabile per la propria sopravvivenza.


Continua a leggere

La manipolazione emotiva è un fenomeno largamente diffuso, ma spesso difficile da riconoscere ed arginare.
È un delicato gioco fra due attori con caratteristiche complementari: da una parte il carnefice, guidato dalla necessità di avere ragione e potere per confermare la propria forza; dall’altra la vittima, insicura e bisognosa di amore e approvazione.
Esistono diverse tipologie di manipolatori, che possono differire fra loro anche in modo radicale.
Scopriamole insieme nell’articolo.


Continua a leggere

I rapporti di coppia sono spesso colmi di aspettative e pretese verso l’altro, di battaglie, frustrazioni, disarmonie: quante volte ti è capitato, dopo il primo momento di idillio, di scendere dalle nuvole e trovarti davanti una persona completamente diversa?
In quanti casi l’insoddisfazione ha preso il sopravvento procurandoti l’ennesima delusione?

Ognuno di noi convive con la ferita procurata da un amore genitoriale carente o inadeguato, che in età adulta tenta di curare all’interno della relazione di coppia; in realtà, cerchiamo solo di rimettere in atto la nostra storia, con la speranza che il partner possa modificarne l’esito finale.


Continua a leggere

Nell’articolo Sai difenderti dai manipolatori affettivi? abbiamo esplorato il mondo del manipolatore e le strategie che utilizza per attrarre le sue prede, generando in loro una vera e propria dipendenza affettiva.
Ma cosa spinge una vittima a cadere nel gioco sadico del suo carnefice?
Si tratta, generalmente, di persone terrorizzate dall’idea di vivere al di fuori di una relazione, che viene preferita all’alternativa della solitudine anche a discapito della serenità interiore.
La paura più grande della vittima è proprio quella di rompere il legame, condizione da evitare anche a costo di sopprimere i reali bisogni, i valori e il benessere personali.


Continua a leggere

Comunicare efficacemente e in maniera equilibrata non è cosa facile. Molti dei problemi e dei contrasti nei rapporti interpersonali dipendono, di fatto, da una comunicazione inadeguata.
Se pensiamo che l’aspetto verbale rappresenta solo il 7% dei fattori implicati nella trasmissione e nella percezione di un messaggio, viene naturale domandarci se alla base di malintesi e diverbi ci sia qualche difetto nella nostra espressione non verbale e nella sua interpretazione.
Esprimersi e comunicare efficacemente, con sicurezza e senza ansia, valorizzare i propri diritti e quelli degli altri, ascoltare ed essere ascoltati senza giudizio: sono le competenze che definiscono l’”assertività”.

Continua la lettura e scoprirai come fare per comunicare efficacemente e recuperare la tua naturale assertività.


Continua a leggere

Sarà capitato probabilmente a tutti nella vita di incontrare alcuni manipolatori affettivi: soggetti incapaci di provare empatia, senso di colpa e genuino interesse per l’altro; individui privi di una reale personalità e perciò molto abili ad indossare costumi diversi a seconda della vittima prescelta e della strategia migliore per affascinarla.
Da principio attraente, gentile, apparentemente perfetto, l’esatto opposto di come viene caratterizzato un “mostro”, il MA dà l’impressione di essere brillante in tutto ciò che fa, inoltre sommerge di lusinghe, promesse e premure; potenzialmente, chiunque potrebbe cadere nella sua rete e rimanerne invischiato, trovando impossibile sfuggire alla cattura.


Continua a leggere

Copyright © 2017 - A cura della Dott.ssa Claudia Casalboni, Albo Psicologi Emilia Romagna, n° 8141/ sez. A - Tutti i diritti riservati. claudiacasalboni.psicologa@gmail.com